Posizionare correttamente le lampade da esterno

 

Un’illuminazione esterna posizionata in modo corretto non garantisce solo maggiore sicurezza al buio, ma riduce anche il pericolo di effrazione e rende più accogliente l’area esterna dell’abitazione 

 

Oggi, l’illuminazione intorno alla casa risponde spesso a diverse esigenze e funzioni: comodità, protezione e buona visuale di notte. Per soddisfare questi requisiti si utilizzano diverse lampade da esterno. In ogni caso, la posizione ottimale è fondamentale: per evitare abbagli fastidiosi, la luce deve avere la stessa direzione dello sguardo o essere montata con applicazione indiretta. 

Inoltre, decisivo nella scelta e nel montaggio delle lampade da esterno è lo scopo. Vogliamo un’illuminazione decorativa del giardino, con una luce calda e discreta? Oppure la lampada deve illuminare con una certa intensità la zona antistante l’ingresso? 

Indipendentemente dall’utilizzo, le lampade LED sono le più diffuse: durano a lungo, sono efficienti e disponibili in un’ampia gamma di colori e intensità di luce. Per questo vengono montate ovunque: in garage, sul terrazzo e persino in giardino. Molto apprezzate sono le lampade da esterno con sensori di movimento o sistemi che si attivano al crepuscolo, ideali anche per risparmiare energia. Per illuminare in modo discreto il giardino sono adatte anche le lampade a energia solare.

 

"Per evitare abbagli fastidiosi, la luce deve avere la stessa direzione dello sguardo o essere montata con applicazione indiretta."

 

Seguire le linee guida

A seconda del vostro desiderio e della vostra idea per la nuova illuminazione, potrebbe essere utile avvalersi della consulenza di un rivenditore specializzato. Oltre a consigliarvi le lampade migliori per le vostre esigenze, potrà indicarvi le linee guida da seguire (vedi riquadro).

Preventivare la consulenza di un esperto

Per avere un’idea chiara delle tecnologie e dei costi, prima di acquistare una lampada è consigliabile confrontarsi con uno specialista autorizzato ad effettuare installazioni elettriche. I non addetti ai lavori, infatti, non possono installare in autonomia lampade da esterno. Inoltre, gli impianti elettrici devono essere collaudati da una persona in possesso di un’autorizzazione ufficiale per svolgere tali controlli.

Così facendo, il progetto d’illuminazione della casa potrà essere realizzato senza problemi. Le lampade da esterno non forniscono solo una piacevole illuminazione quando è buio, ma in una certa misura proteggono anche dalle effrazioni ed estendono lo spazio abitabile anche all’esterno dell’abitazione. 
 

Codice IP

Rendere impermeabili le lampade da esterno 

Le lampade utilizzate esternamente devono essere protette dall’infiltrazione di umidità e sporcizia. La cosiddetta protezione IP è formulata con un valore numerico e dipende dall’ubicazione della lampada. 

Per garantire una piacevole illuminazione generale, ad esempio, le lampade da esterno a parete devono soddisfare lo standard IP 44 per gli spruzzi d’acqua, se montate sotto il tetto. Se invece sono in un’altra posizione, si applica lo standard IP 67, ovvero impermeabilità in caso di immersione temporanea. Per conoscere la protezione IP basta consultare la descrizione del prodotto, in caso di acquisto online, o la confezione, in caso di acquisto presso un negozio specializzato.

 

 

Potrebbe interessarvi anche:

 

 

 

 

Fonte dell'immagine:

© Foto di Irina Moskalev su 123rf.com