Consulenza stufe

Consigli per la scelta della stufa

Sulla strada verso il forno desiderato

In passato era assolutamente necessario e semplicemente funzionale, ma oggi può essere un po' più elegante e moderno: la stufa. In un batter d'occhio, la vostra casa sarà accogliente e il calore sarà prodotto nel rispetto dell'ambiente. Perché la legna da ardere brucia CO2 neutrale e non produce quasi nessuna fuliggine. Con le moderne stufe di oggi, la polvere fine non è più un problema.

Che si tratti del classico camino, del camino o della stufa svedese, della moderna stufa a pellet o anche di efficienti stufe ad aria calda. Quando si acquista una stufa, è necessario scegliere tra diverse tecniche e innumerevoli disegni. Qualunque sia la vostra scelta, una stufa deve essere sicura e omologata. Il fatto che la stufa è conforme alle norme DIN 18891 o EN 13240. I sigilli di prova come il marchio CE forniscono una sicurezza supplementare. La maggior parte delle stufe corrisponde al "Tipo 1" e ha una porta della stufa che si chiude automaticamente al rilascio. In questo modo si evitano da un lato le scintille volanti e il rischio di incendio e dall'altro si possono collegare fino a tre forni a una canna fumaria. Il "Tipo 2" vale, ad esempio, per le camere a camino che possono essere aperte o chiuse. Questi "caminetti" hanno sempre bisogno di una canna fumaria propria.

Affinché possiate godervi il vostro accogliente e caldo fuoco della canna fumaria, le prestazioni della stufa devono essere adattate alle dimensioni dell'ambiente. Si tratta di una stufa con 1 kW di potenza per 4 m3 di aria ambiente. Questo è facile da calcolare: Dividere per quattro il volume dell'ambiente in cui deve essere installata la stufa in metri cubi e si ha la potenza termica ottimale.

Maggiori informazioni su caminetti e stufe sono disponibili su: feusuisse

Accendere il camino - ma nel modo corretto!

  • Pulire prima il vetro fuliggine del caminetto.
  • Installare un CO-Warner per la sicurezza.
  • Ausiliari di accensione ecologici per un'accensione pulita e inodore.
  • Utilizzare il legno di conifere solo per l'illuminazione.
  • Utilizzare legno duro per il riscaldamento, che si è asciugato idealmente per 2 anni.

Shopping prodotti:

Stufa a pellet - pratica e con risparmio di tempo

Le stufe a pellet hanno un contenitore di stoccaggio integrato dal quale i pellet cadono nella "vasca di combustione". L'accensione, il ventilatore dell'aria comburente e l'alimentazione del pellet sono controllati automaticamente.

  1. La stufa a pellet diventa un vero e proprio long runner con un serbatoio di accumulo che fornisce calore per diversi giorni.
  2. L'aria fredda del soffiatore assicura una buona fiamma, l'aria riscaldata riscalda le pietre di stoccaggio.
  3. Le pietre di stoccaggio nella stufa emettono calore nell'ambiente anche quando la fiamma è spenta.

Carburante: Pellet pressato da trucioli di legno

Fabbisogno di spazio di archiviazione: Basso

Fattore di conforto: fiamma media, solo fiamma relativamente piccola

 

Caratteristiche:

A seconda del modello, i pellet devono essere ricaricati solo ogni pochi giorni.

✔ Combustione pulita, poca cenere

✔ Pellet di qualità costante

✔ I pellet sono disponibili in pratici sacchi.

✔ Controllo completamente automatico possibile

✔ Possibilità di controllo intelligente dei dispositivi WLAN

 

✘ Nessuna "atmosfera da falò" (stufa a legna)

stufa a pellet

Stufa a legna - La stufa classica

Le stufe per caminetto sono adatte per legna da ardere, bricchette di legno e alcune anche per bricchette di carbone. Conservano il calore solo per un breve periodo di tempo e sono ideali per un uso occasionale.

  1. Una tradizionale stufa a legna con rivestimento in pietra o piastrelle si trasforma in un accumulatore di calore.
  2. Un condotto d'aria intelligente composto da aria primaria fredda dal basso (frecce blu) e aria secondaria riscaldata dall'alto (frecce rosse) assicura una combustione pulita.

Combustibile: tronchi di legno duro (ad es. frassino, faggio)

Requisito del contenitore di stoccaggio: Alto, min. 4m³ per periodo di riscaldamento

Fattore di intimità: alto, atmosfera quasi come un fuoco aperto

 

Caratteristiche:

✔Bellissimo gioco di fiamme

✔ Piacevole calore radiante

✔ Carburante relativamente economico

✔Disponibile anche come forno a cottura continua

 

✘ Molto spazio per riporre la legna da ardere

✘ È necessario il rifornimento frequente di legna da ardere

✘ Pulizia regolare

Caminetto

Stufa a legna ad acqua - Efficiente fin dall'inizio

Con una "tasca d'acqua" come scambiatore di calore, queste stufe possono essere integrate nel sistema di riscaldamento centralizzato in modo solidale. Si cuociono con tronchi o bricchette di legno proprio come una normale stufa a legna.

  1. Una stufa ad acqua è molto efficiente ma poco più grande di un'altra stufa.
  2. Lo scambiatore di calore trasferisce parte del calore del forno all'acqua del circuito di riscaldamento.
  3. Il 60 - 70 % dell'aria comburente dall'esterno passa all'acqua di riscaldamento, il resto riscalda l'ambiente..

Combustibile: tronchi di legno duro (ad es. quercia, faggio)

Requisito del contenitore di stoccaggio: Alto, min. 4m³ per periodo di riscaldamento

Fattore di intimità: alto, atmosfera quasi come un fuoco aperto

Caratteristiche:

✔ Bellissimo gioco di fiamme

✔ Carburante relativamente economico

✔ Utilizzo efficace dell'energia di riscaldamento

✔ Supporto per il riscaldamento centralizzato a basso costo

✘  Molto spazio per riporre la legna da ardere

✘ Prezzo più alto

✘ Montaggio possibile solo con installatore professionista

Stufa in maiolica ad aria calda - L'antenato delle stufe

I condotti dell'aria di convezione e l'elevata capacità di accumulo di calore caratterizzano queste stufe. Sono installati in modo permanente e richiedono uno spazio relativamente grande, ma possono anche essere progettati per riscaldare diversi ambienti.

L'aria fredda viene aspirata in un ciclo continuo, riscaldata nel forno e rilasciata di nuovo nella stanza.

Combustibile: tronchi di legno duro (ad es. frassino, faggio)

Requisito del contenitore di stoccaggio: Alto, min. 4 m³ per periodo di riscaldamento

Fattore di comodità: medio - alto, ha sempre un aspetto un po' nostalgico.

 

Caratteristiche:

✔ Con finestra, bel gioco di fiamme

✔ Carburante relativamente economico

✔ Buon utilizzo dell'energia, basso consumo

✔ Riscaldamento di più stanze possibile

 

✘ Molto spazio per riporre la legna da ardere

✘ Montaggio possibile solo con installatore professionista

✘ Elevato fabbisogno di spazio

Stufa da cucina / stufa a combustione continua - cucinare come al tempo della bisnonna

Cucinare su una stufa a legna è molto di tendenza. In particolare i piatti a bassa temperatura, che devono essere cucinati per diverse ore, possono essere realizzati al meglio in questo modo. Ma anche la pizza, il pane e la Co. hanno un successo meraviglioso.

  1. Tubo per friggere - dotato di finestra di visualizzazione e visualizzazione della temperatura, per un miglior controllo.
  2. Facile pulizia del forno grazie alla verniciatura a smalto.

Combustibile: tronchi di legno duro (ad es. frassino, faggio)

Fabbisogno di spazio di stoccaggio: Medio, grazie a spaziosi carrelli legna/carbone

Fattore di intimità: medio - alto, grazie al carisma nostalgico

 

Caratteristiche:

✔ Con finestra, bel gioco di fiamme

✔ Effetto riscaldamento come prestazione aggiuntiva inclusa

✔ Set completo di stufe

✔ Integrabile nel blocco cucina

 

✘Cucinare con tempi di preriscaldamento più lunghi

✘ Il controllo della temperatura richiede di abituarsi

Stoccaggio stufa in pietra - un esperto di sostenibilità

Le pietre, ad esempio di argilla refrattaria, riempiono le cavità tra la camera di combustione e il rivestimento del forno. Sono dotati di condotti d'aria e immagazzinano il calore generato molto tempo dopo lo spegnimento dell'incendio.

  1. Un peso massimo tra le stufe grazie ai grandi elementi di stoccaggio in pietra.
  2. I mattoni di accumulo accanto e sopra la camera di combustione garantiscono un'elevata capacità di accumulo di calore.
  3. L'aria calda scorre attraverso le pietre di stoccaggio come negli antichi riscaldatori romani e le riscalda.

Combustibile: tronchi di legno duro (ad es. quercia, faggio)

Requisito del contenitore di stoccaggio: Alto, min. 3m³ per periodo di riscaldamento

Fattore di comodità: elevata, atmosfera quasi come un fuoco aperto + lungo calore radiante

Caratteristiche:

✔ Bellissimo gioco di fiamme

✔ Carburante relativamente economico

✔ Utilizzo efficace dell'energia di riscaldamento

✔ Rilascio di calore per lungo tempo, con conseguente riduzione del consumo di combustibile

 

✘ Molto spazio per riporre la legna da ardere

✘ Elevato sforzo di pulizia

 

Norme per le stufe da camino:

Norme per l'installazione di una stufa a legna

Per l'installazione di un termocamino ci sono alcune regole da rispettare. Ad esempio, sul luogo di installazione deve essere fornita una quantità sufficiente di aria di combustione. Oggi, molte stufe possono riscaldare i locali indipendentemente dall'aria ambiente attraverso un tubo di mandata dall'esterno. Se ciò non è possibile, è necessario fornire una quantità sufficiente di aria di combustione attraverso finestre o porte esterne vicino alla stufa. Se avete trovato un luogo di installazione e una stufa adatti, informate il vostro spazzacamino in modo che verifichi in anticipo se tutto è conforme alle norme e se la stufa può essere effettivamente utilizzata. Se ha dato il suo okay, nulla osta all'acquisto della stufa.

Aria di scarico: per installare una stufa è necessario un camino adatto, naturalmente in perfette condizioni. Questo significa assenza di crepe, fuliggine penetrante e una sezione almeno pari a quella della canna fumaria della stufa selezionata. - Un tubo standard con un diametro di 150 mm, ad esempio, ha una sezione trasversale di circa 177 cm2. Se la canna fumaria non è più così robusta, può essere aspirato un tiraggio in acciaio inox.


Se non c'è ancora la canna fumaria, entrano in gioco sistemi composti da elementi prefabbricati. Chi non si ritira da un piccolo cantiere in casa, costruisce una canna fumaria leggera da moduli prefabbricati - completi di tubo, isolamento e involucro esterno - in casa. E' ancora più facile installare una canna fumaria in acciaio inox a doppia parete sulla facciata.

Il modo migliore per raggiungere la stufa: Pianificare la stufa

La distanza di sicurezza vale anche per l'installazione di una stufa in modo che il calore non provochi danni.

Massa importante: Quando si installa un termocamino, è importante mantenere le distanze prescritte da mobili e pareti. La parete dietro la stufa deve essere di materiale non combustibile. La distanza minima dalla parete è di soli 20 cm per molti produttori. Se qui non è indicata alcuna misura, è di almeno 40 cm. Per molti modelli, anche il pavimento di 50 cm davanti alla stufa deve essere realizzato in materiale non combustibile. Tuttavia, le indicazioni del produttore sulle distanze di sicurezza nelle istruzioni per l'uso sono sempre decisive.

Una stufa è soggetta a regole particolarmente severe. Lo spazzacamino controlla le condizioni di installazione prima di acquistare la stufa: Durante il "controllo del camino", controlla tutti i componenti importanti dell'impianto, dal luogo di installazione allo stato della canna fumaria e del condotto di mandata dell'aria di mandata al materiale riscaldante.

 

FAQ sul tema delle stufe a legna

Prima di decidere su una stufa, ci sono una serie di punti importanti da tenere a mente. BAUHAUS ti aiuta a prendere la tua decisione rispondendo alle domande più importanti su caminetti e combustibili.

Quali sono i vantaggi dei caminetti chiusi rispetto a quelli aperti?

I caminetti chiusi riscaldano più pulito dei caminetti aperti. Grazie ad una lastra in vetroceramica nella parte anteriore è possibile osservare il fuoco nel camino senza dover accettare lo sporco e l'odore di fumo in casa. Attraverso un particolare tipo di canalizzazione dell'aria, l'aria secondaria viene preriscaldata in una cavità nella parte superiore della camera di combustione e guidata verso il basso dall'alto all'interno del vetro. Questa aria di spurgo impedisce la formazione di fuliggine sul vetro e garantisce una visione chiara della finestra. Inoltre, i caminetti chiusi sono molto più efficienti dei caminetti aperti: con i caminetti aperti - soprattutto in inverno - si perde molto calore. I caminetti chiusi, invece, hanno un flusso d'aria di alimentazione controllato che assicura una combustione pulita ed efficiente. Infine, ma non meno importante, i caminetti chiusi sono un'opzione molto più sicura: grazie al vetroceramica è praticamente impossibile far scintille nella stanza. Così si può anche lasciare la stanza brevemente con la coscienza pulita, mentre il fuoco crepita nel camino.

Di quali materiali possono essere realizzate le stufe?
  •     Le stufe possono essere realizzate in lamiera d'acciaio o in ghisa, entrambe le quali hanno una lunga durata. La maggior parte delle stufe è costituita da solidi corpi in acciaio verniciati per resistere alle alte temperature. L'alta qualità della lavorazione e la costruzione a doppia parete garantiscono una rapida dissipazione e distribuzione del calore nell'ambiente. Le distanze di sicurezza sono inferiori con apparecchi a doppia parete rispetto ai modelli a parete singola.
  •  Le stufe rivestite in pietra naturale o ceramica hanno una capacità di accumulo di calore molto elevata. Il materiale è particolarmente facile da trattare e pulire. Il rivestimento delle stufe non è utilizzato solo per la decorazione, ma anche per l'accumulo di calore. Anche ore dopo che il fuoco nella stufa si è estinto, rilascia gradualmente il calore accumulato nell'ambiente circostante.
  •  Le stufe rivestite in pietra arenaria sono attraenti soprattutto per il loro design. La loro calda tonalità gialla e le superfici granulari creano un'atmosfera mediterranea in qualsiasi soggiorno.
  • I mattoni sagomati estremamente resistenti al fuoco delle camere di combustione sono costituiti da argilla refrattaria e vermiculite. L'argilla refrattaria è un'argilla cotta, resistente a temperature fino a 1.400 gradi Celsius grazie alla pre-combustione. La vermiculite è un silicato di alluminio-ferro-magnesio-silicato. Entrambi i materiali sono riciclabili e quindi estremamente ecologici.
Le stufe possono essere utilizzate in modo permanente in inverno?

Le stufe possono essere riscaldate 24 ore al giorno con una regolare alimentazione di combustibile. Anche se le stufe sono i cosiddetti caminetti a tempo, non richiedono fasi di raffreddamento.

Legno o lignite? Qual è il carburante giusto?

Dipende interamente dai tuoi gusti personali. La maggior parte delle stufe sono adatte sia per la legna che per la lignite e raggiungono i migliori valori di combustione con entrambi i combustibili. In questo modo potrete godervi un romantico fuoco a legna la sera e mantenere la brace che brucia durante la notte con bricchette di carbone marrone. Il legno, tuttavia, è la scelta più rispettosa dell'ambiente, in quanto durante la combustione viene rilasciata nell'atmosfera solo la quantità di CO2 precedentemente estratta dalla crescita delle piante. La legna brucia completamente CO2-neutro. Inoltre, il legno è una materia prima rinnovabile. I residui di combustione sono - rispetto ad altri combustibili - bassi. A proposito, il legno duro ha il più alto potere calorifico in volume, quindi richiede meno spazio di stoccaggio rispetto al legno dolce. Il faggio o il legno di quercia è la scelta migliore per una combustione duratura.

Come devono essere stoccati i combustibili?

Le bricchette di lignite devono sempre essere conservate in locali chiusi come cantine o garage. Se necessario, c'è anche un tetto, ma le bricchette non dovrebbero bagnarsi affatto. Il legno appena tagliato deve essere asciugato per almeno due anni in un luogo ben ventilato e soprattutto protetto dalla pioggia. È importante che l'umidità residua sia inferiore al 20%. In generale, è necessario assicurarsi che i combustibili non siano immagazzinati vicino a fonti di calore o materiali facilmente infiammabili.

Perché le stufe sono considerate particolarmente rispettose dell'ambiente?

Il combustibile rinnovabile a legna brucia completamente a zero emissioni di CO2. Inoltre, la legna da ardere proviene principalmente da foreste domestiche. A differenza del petrolio e del gas, non ci sono lunghe vie di trasporto o lunghe lavorazioni industriali, perché la legna da ardere deve essere solo triturata ed essiccata.

Come faccio a sapere che sto comprando una stufa ecologica?

Le nostre stufe sono tutte estremamente poco inquinanti e rispettose dell'ambiente. Le emissioni di ogni stufa sono misurate, documentate e certificate da organismi di prova europei riconosciuti. Sono quindi conformi ai valori del 1° BlmSchV (Bundesimmissionsschutzchutzverordnung - Ordinanza federale sulla lotta contro le immissioni) e sono inoltre in possesso di speciali omologazioni ai sensi dell'Austrian 15a B-VG e dell'Ordinanza svizzera contro l'inquinamento atmosferico (certificato VKF). Oltre a questa certificazione, abbiamo anche stufe DINplus e CE: Le stufe certificate con lo stand DINplus per una combustione a basso inquinamento, il marchio CE documenta la conformità degli apparecchi alle disposizioni della direttiva sui prodotti da costruzione 89/106/CEE e alle vigenti norme europee (EN).

Posso ridurre i miei costi energetici anche grazie ad una stufa a legna?

Sì, perché, a differenza dei prezzi del gas e del petrolio, negli ultimi anni i prezzi del legno hanno avuto un andamento piuttosto moderato. Anche chi usa le bricchette di lignite per il riscaldamento ha poco da temere per l'aumento dei prezzi dell'energia: I prezzi della lignite sono rimasti relativamente stabili per circa dieci anni.

Quali requisiti deve soddisfare l'ubicazione del mio forno?

La legge prevede l'obbligo di rispettare l'ordinanza sull'aria pulita (certificato VKF), le norme statali in materia di edilizia, nonché le norme DIN 4705, DIN EN 13384, DIN 18160, DIN EN 1856-2 e DIN EN 15287. Poiché la stufa necessita di aria di combustione, è necessario assicurarsi che ci sia sempre sufficiente aria fresca nell'ambiente. Come regola generale, quattro metri cubi di spazio dovrebbero essere disponibili per chilowatt di potenza termica nominale della vostra stufa. In questo modo si garantisce un'alimentazione d'aria sufficiente. Se il volume è inferiore, è necessario prevedere aperture per la ventilazione di altri locali. Devono essere rispettate anche le distanze di sicurezza dai materiali infiammabili.

Qual è la distanza di sicurezza corretta?

La distanza minima prescritta è indicata nelle istruzioni di installazione della stufa. Se si desidera posizionare la stufa su un pavimento in materiale non ignifugo o particolarmente sensibile al calore, è necessario posizionare una lamiera sotto la stufa. Questo foglio deve sporgere di almeno 50 centimetri in avanti e di almeno 30 centimetri ai lati oltre l'apertura del forno. È inoltre importante che le pareti laterali e dietro la nuova stufa non siano ricoperte di materiali da costruzione combustibili. Inoltre, davanti alla stufa non deve esserci materiale combustibile o termosensibile.

Il pannello non si sporca di fuliggine nel tempo?

Nelle stufe moderne, grazie ad un particolare tipo di canalizzazione dell'aria in una cavità nella parte superiore della camera di combustione, l'aria secondaria viene preriscaldata e condotta dall'alto verso il basso dall'interno del vetro. Questa aria di spurgo impedisce la formazione di fuliggine sul vetro, garantendo così una visione chiara della finestra.

Devo lasciare entrare in funzione lo spazzacamino prima di mettere in funzione l'apparecchio?

Sì, in ogni caso lo spazzacamino deve essere consultato prima di collegare l'apparecchio.

A cosa presta attenzione lo spazzacamino?

È importante che i raccordi tra la canna fumaria e la stufa siano saldamente e saldamente collegati sia all'apparecchio che tra loro. In nessun caso devono sporgere nella sezione libera della canna fumaria. Il raccordo tra la stufa e la canna fumaria deve avere la stessa sezione della presa del tubo della stufa. I raccordi orizzontali di oltre 50 centimetri dovrebbero salire di dieci gradi verso la canna fumaria. I tubi non isolati termicamente o verticali non devono essere più lunghi di un metro. I pezzi di collegamento ai camini devono essere distanti almeno 40 centimetri da tutti i materiali infiammabili. Se i raccordi hanno uno spessore di almeno due centimetri e sono rivestiti con materiali isolanti non combustibili, è sufficiente una distanza di dieci centimetri.